Salute e benessere

Colazione con frutti di bosco: un inizio di giornata colorato e salutare

Getting your Trinity Audio player ready...
  • La prima colazione è un pasto essenziale: per questo, i nutrizionisti raccomandano di non trascurarla.
  • Educare alla colazione e dare il buon esempio a tavola fin dalla prima infanzia, quando si sviluppano le abitudini alimentari, introduce naturalmente un’abitudine salutare che si tenderà a mantenere per tutta la vita.
  • Non solo latte e biscotti. Inserire frutta fresca a colazione contribuisce a creare un pasto sano ed equilibrato. Consente, inoltre, di moltiplicare le occasioni di consumo di frutta e verdura.
  • Fare colazione con i frutti di bosco è un ottimo modo per fornire al nostro corpo l’energia di cui ha bisogno per iniziare la giornata in modo ottimale. Possono accompagnare yogurt, muesli e cereali, ma anche essere protagonisti in smoothie o torte.
  • Grazie ai loro valori nutrizionali e alle loro proprietà benefiche, i frutti di bosco sono l’ingrediente da portare in tavola per fare il pieno di benessere.
  • Inserire la frutta fresca nel primo pasto della giornata contribuisce al raggiungimento delle cinque porzioni di frutta e verdura quotidiane suggerite dalle linee guida alimentari.

Inizio di valore

Chi ben comincia è già a metà… della giornata. La prima colazione è un pasto essenziale per prepararsi ad affrontare le tante sfide che ci attendono. Per questo, i nutrizionisti raccomandano di non trascurarla. Del resto, può (e dovrebbe) essere una grande occasione. Per sé, in primis: numerosi studi evidenziano come un’adeguata prima colazione contribuisca a migliorare i parametri cardio-metabolici e le performance cognitive, allontanando il rischio obesità. Ma anche per gli altri: educare alla colazione e dare il buon esempio a tavola fin dalla prima infanzia, quando si sviluppano le abitudini alimentari, introduce naturalmente un’abitudine salutare che si tenderà a mantenere per tutta la vita.

Dagli esperti arriva il consiglio di arricchire la prima colazione con frutta per moltiplicare le occasioni di consumo di frutta e verdura nell’arco della giornata. In questo contesto, la colazione con i frutti di bosco si pone come opzione non solo deliziosa, ma anche nutritiva, offrendo una pienezza di gusto e rendendo ogni mattina un’occasione unica per fare il pieno di salute. Scegliere di consumare della frutta fresca a colazione significa, infatti, scegliere un inizio di giornata vibrante e salutare, che non solo delizierà il palato, ma che sosterrà anche il nostro benessere generale durante tutto l’arco della giornata. Insomma, una partenza di valore.

Perché mangiare frutta fresca a colazione

La distribuzione dei pasti durante la giornata è uno dei fattori in grado di influenzare sensibilmente la qualità della dieta. In questo contesto, un’adeguata prima colazione incide in maniera significativa: nell’immediato e nel lungo periodo. Ecco perché non è esagerato definirla un investimento prezioso. È il pasto più importante, garantendo l’energia adeguata per affrontare la prima parte della giornata.

Niente caffè al volo, quindi, o, peggio, “salti del turno”: via libera, di contro, alla costruzione di un mosaico salutare a tavola. In questo senso, includere della frutta fresca a colazione, oltre a latte/yogurt e pane/fette biscottate, è la scelta migliore che si possa fare. Ricca di fibre, vitamine e minerali, la frutta fornisce al nostro corpo l’energia di cui ha bisogno per iniziare la giornata in modo ottimale. Inoltre, è naturalmente dolce e ricca d’acqua, il che la rende particolarmente saziante e idratante, garantendo una partenza carica e piena di vitalità.

LEGGI ANCHE: Frutta congelata vs frutta fresca: il confronto

Colazione con i frutti di bosco: salutare, Watson!

Lamponi, more, mirtilli, fragoline selvatiche e ribes: mangiare frutti di bosco a colazione non è solo un piacere per il palato, ma anche un mano tesa al benessere. In particolare, come confermato da numerosi studi scientifici1;2, i frutti di bosco contribuiscono a:

  • migliorare i livelli di zucchero e di insulina nel sangue;
  • rafforzare il sistema immunitario, riducendo il rischio di sviluppare malattie croniche;
  • abbassare la pressione sanguigna e promuovere la salute cardiaca;
  • ridurre il rischio di diabete di tipo 2;
  • prevenire il declino cognitivo.

Come se non bastasse, i frutti di bosco sono ricchi di antiossidanti3, che combattono i radicali liberi aiutando a proteggere le cellule del corpo da danni e invecchiamento.

LEGGI ANCHE: Quali sono i frutti di bosco: sicuro di conoscerli tutti?

L’ingrediente segreto per fare il pieno di benessere

Grazie ai loro valori nutrizionali e alle loro proprietà, i frutti di bosco sono un ottimo esempio di come sia possibile nutrirsi in modo sano senza rinunciare al gusto.

Secondo le Linee guida per una sana alimentazione italiana4, consumare una varietà di frutta e verdura di diversi colori è fondamentale per garantire un apporto completo di nutrienti. I frutti di bosco s’inseriscono perfettamente in questa raccomandazione, contribuendo al raggiungimento delle tanto decantate cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.

LEGGI ANCHE: Vitamine ma non solo: alla scoperta delle proprietà dei frutti di bosco

Frutti di bosco a colazione: un’esplosione di gusto e creatività

La versatilità dei frutti di bosco li rende perfetti per una vasta gamma di piatti e preparazioni da gustare al mattino. È possibile, per esempio, aggiungerli a uno yogurt fresco per una colazione veloce, ma nutriente. Oppure unirli a cereali integrali e muesli per un tocco di dolcezza e colore. In alternativa, i frutti di bosco possono diventare ingredienti per torte e smoothie.

Insomma, le possibilità per una colazione con i frutti di bosco, anche congelati, sono davvero infinite: non resta che esplorare nuove combinazioni per partite con il piede giusto.

 

NOTE
1 Dietary intakes of berries and flavonoids in relation to cognitive decline, Annals of Neurology, 2012

2 Fruit consumption and risk of type 2 diabetes: results from three prospective longitudinal cohort studies, British Medical Journal, 2013

3 Analysis of botanicals and dietary supplements for antioxidant capacity: a review, National Library of Medicine, 2004

4 Per approfondire: Linee guida per una sana alimentazione, CREA

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI